Top

Stampa 3D professionale: 12 creazioni sbalorditive e i campi di applicazione che non ti aspetti (PRIMA PARTE).

La stampa 3D professionale materializza idee e progetti digitali in oggetti tridimensionali dai materiali di ogni genere.

Si tratta di una vera e propria rivoluzione tecnologica che sta stravolgendo il tradizionale modo di progettare e produrre, offrendo enormi opportunità di innovazione e sviluppo alle aziende di ogni settore.

C’è chi già accenna ad una “terza rivoluzione industriale”, forse più vicina e reale di quanto si possa immaginare.

Sei curioso di scoprire fin dove si è spinta la creatività umana nell’applicazione delle campi di applicazione e soluzioni di stampa 3d?

Il vero limite nella creazione di oggetti tramite stampa 3D è probabilmente la nostra immaginazione.

La stampanti 3D professionali consentono, oltre ad una prototipazione rapida, soprattutto permetteranno in un futuro molto prossimo, di realizzare di tutto. L’innovazione tecnologia per realizzare oggetti stampati in 3D infatti si sta evolvendo ad una velocità a dir poco impressionante, allargando i propri orizzonti a nuovi materiali, migliori risoluzioni, nuovi utilizzi e nuove possibilità.

Possiamo affermare che tutti i settori dell’economia (o quasi!) hanno beneficiato, o beneficeranno, dell’arrivo della stampa 3D.

In un precedente articolo abbiamo già raccontato in maniera approfondita che cos’è la stampa 3D, come funziona e quali sono le tecnologie attualmente a disposizione , accennando ai loro infiniti campi di applicazione.

Oggi vogliamo stupirti, farti sognare e sorridere mostrandoti 12 tra le creazioni più sbalorditive e, in alcuni casi, stravaganti, realizzate con stampa 3D tramite il processo di produzione additiva.

Sei pronto? Spalanca gli occhi, si comincia!

  1. Mini cloni stampati in 3D

Grazie alle stampanti 3D la nuova frontiera delle action figure è la realizzazione di mini cloni di sé stessi con stampa 3D! Tra le prime aziende che hanno avuto l’idea c’è la giapponese Clone Factory, a Tokyo, ma la moda si è già ampiamente diffusa anche in Italia.

 

  

  1. Modelli di feti stampati in 3D

Che l’ambito medico sia uno dei principali settori ad aver compiuto passi da giganti grazie alla stampa 3D è cosa risaputa. Questa però è una novità.

Sì, fa impressione, ma oggi è possibile stampare in 3D un feto partendo dai modelli ottenuti attraverso risonanze magnetiche e tomografie. E no, non è per gioco, ma per poter individuare anticipatamente eventuali malformazioni. Tra le prime a renderlo possibile è stata la società brasiliana Tecnologia Humana.

 

  1. Parti del corpo stampate in 3D

L’applicazione della stampa 3D in campo medico ha fatto molto di più, sfociando nell’ambito del bioprinting.

La 3D skin printer, messa a punto dall’istituto per la medicina rigenerativa Wake Forest, che cura ferite e ustioni, anche estese, coprendole con cellule della pelle sana.

Sempre nel settore del bioprinting, usando un misto di cellule, nanoparticelle, un polimero organico e una piccola antenna di metallo, gli scienziati di Princeton stampare in 3D un orecchio in grado di percepire frequenze più di un orecchio naturale.

E addirittura si iniziano a creare organi con stampa 3D quali cuore, fegato e reni utilizzando cellule umane (specializzate o staminali).

 

  

  1. Case e palazzi stampati in 3D

Che anche il settore edile abbia iniziato a beneficiare dell’arrivo della stampa 3D lo avevamo già accennato nel precedente articolo. Ma sapevi che interi edifici possono essere stampati in 3D?  

E la vera portata rivoluzionaria consiste nella velocità ed economicità con cui è possibile realizzarli e portare avanti i propri progetti.

Lo ha fatto per prima l’azienda cinese WinSun, avvalendosi di 4 grandi stampanti 3D in grado di estrudere cemento e materiali di recupero e formare i vari pannelli da assemblare per dar vita alla struttura. Il primo edificio al mondo realizzato con stampa 3D dall’azienda è nato a Dubai ed ha un curioso taglio di design.

In Russia, l’azienda Apis Cor si è spinta oltre, realizzando una tecnologia 3D in grado di edificare, ovvero costruire abitazioni da 37 metri quadri lavorando sul campo ed  eliminando la fase di assemblaggio.

Ed il 3D Housing è arrivato anche in Italia, in occasione della settimana del Design 2018, a Milano. È opera dell’architetto Massimiliano Locatelli in collaborazione con Italcementi, Arup e Cybe, che hanno dato vita ad una casa stampata in 3D rivoluzionaria, ampliabile, traslocabile e realizzata in materiali ecocompatibili.

 

 

  1. Automobili stampate in 3D

Si chiama Strati,  è stata disegnata da un italiano e ha un motore Renault. È tra le prime auto create con stampa 3D ed è stata presentata all’International Manufactoring Technology Show di Chicago.

Degna di nota anche la statunitense URBEE , la prima auto ibrida con carrozzeria (dalla linea inconfondibile) stampata interamente in 3D, che riesce a fare 450 con un litro di etanolo.

 

 

  1. Cibi stampati in 3D

Si chiama Food printing e no, non vuole sostituirsi ad un cuoco in carne ed ossa (almeno per il momento!). Si tratta più che altro di un modo alternativo di creare alimenti e piatti, che successivamente andranno cotti. La prima stampante per la produzione di cibi si chiama Foodini ed è opera della spagnola Natural Machines. Permette di stampare in 3D numerosi cibi come impasto per la pizza, formaggi, purè, polpette e panini, nonché numerose decorazioni e guarnizioni di pasticceria come creme, glasse, stampe di zucchero e di cioccolato.

Merito dell’italianissima Barilla invece, la sperimentazione di nuovi modi di fare la pasta. Quella presentata a Cibus, il salone dell’alimentazione di Parma, è uno dei primi esempi di pasta realizzata con stampante 3D.

 

 

  1. Strumenti musicali e…  dischi 33 giri stampati in 3D

Anche la magia della musica può essere creata con una stampante 3D. La brasiliana Robtec ha collaborato con il liutaio Paulo Chiara per realizzare Strip, la prima chitarra elettrica interamente realizzata con stampa 3D. E, se la realizzazione di chitarre elettriche personalizzate e dalle forme più particolari risulta ormai abbastanza semplice, dar vita ad una chitarra acustica totalmente funzionante e stampata in 3D non è stata un’impresa da poco ma Scott Summit c’è riuscito.

La studentessa Amanda Ghassel invece ha sviluppato un progetto che trasforma qualsiasi traccia audio digitale in un modello 3D che può essere usato per creare con stampa 3D un 33 giri. Certo, la qualità sembra non essere all’altezza di classici dischi in vinile, ma i nostalgici hanno apprezzato decisamente l’idea.

 

 

  1. Farmaci personalizzati stampati in 3D

Altro settore che sta enormemente beneficiando della stampa 3D è quello farmacologico. Tramite questa straordinaria tecnologia è possibile creare, velocemente e a costi contenuti, farmaci su misura stampati in 3D, calibrati sulle specifiche esigenze di ognuno di noi. La tecnica è stata messa a punto dal chimico Philip Kitson dell’università di Glasgow, in Scozia.

 

Stampa 3D medicinali La Giusa Next - Sicilia 

  1. Oggetti di design e mobili stampati in 3D

Particolari soprammobili di ogni forma e materiale, applique e lampade design, e addirittura mobili realizzati con stampa 3D. Tutto questo è già realtà da tempo e sta aiutando molti designer e aziende artigiane del made in Italy ad incrementare la propria competitività. ONE, dello studio tedesco BigRep, è stata la prima stampante in grado di creare veri e propri mobili per l’arredo della casa in dimensioni reali e in diversi materiali (plastica, fibre di legno, Nylon ecc.).

 

 

  1. Uno spazzolino su misura per la tua dentatura stampato in 3D

Si tratta di una protesi per l’igiene orale progettata dalla compagnia Blizzident, creata a partire dal calco della dentatura. Un rivoluzionario “spazzolino” realizzato con stampante 3D che rivoluziona l’igiene orale e ne riduce i tempi. Trovate che la sua forma sia singolare? Avete ragione! Blizzident non pulisce spazzolando, va “masticato”.

 

  1. Armi stampate in 3D

La creatività umana si spinge oltre ogni limite e le nuove tecnologie sono sempre più in grado di supportare ogni progetto. Ma non sempre tale creatività ha risvolti positivi.

Nel 2013 ad esempio, lo statunitense Cody Wilson, fondatore della Defense Distributed, ha creato Liberator, il primo prototipo di arma da fuoco realizzata tramite stampa 3D. Benché la forma un po’ stramba e la composizione in materiale plastico, il funzionamento è impeccabile (ma si può sparare un solo colpo).

Successivamente la Solid Concepts ne ha realizzata una addirittura in metallo, che funziona esattamente come una pistola normale.

 

 

  1. Introvabili oggetti stampati in 3D

Una delle più immediate applicazioni della stampa 3D è la realizzazione di oggetti di fantasia o accessori di uso comune utili nelle azioni quotidiane, che non sono reperibili sul mercato. Dalla maniglia che agevola il trasporto delle buste della spesa agli avvolgicavi, fino alle decorazioni natalizie, le possibilità sono praticamente illimitate

… e molto altro ancora!

 

 

 

Pensi che la tecnologie di stampa 3d non possa più sorprenderti? Siamo pronti a scommettere che ti ricrederai. Non perdere il nostro prossimo appuntamento sulle altre creazioni sbalorditive stampa 3d.

E ricorda: tra strani oggetti fai da te dalla dubbia utilità e straordinari colpi di genio che contribuiscono al progresso dell’umanità, c’è in mezzo un mondo di possibilità (di business e non) per ognuno di noi.

Se hai un’idea, un progetto o, perché no, un sogno da realizzare in tre dimensioni, condividilo con chi ha l’esperienza e la competenza per aiutarti a realizzarlo. Puoi contattare il FabLab Sicilia La Giusa Next per maggiori informazioni e affidarti alla professionalità del nostro team di esperti per la tue stampe 3D in Sicilia ma non solo. www.lagiusanext.it.

 

Ti è piaciuto l’articolo? Lascia un commento e condividi il tuo parere con noi, ne saremo felici!

Per prossimo articolo:

  1. Trucchi
  2. Esoscheletri per ingessature alternative
  3. Circuiti elettronici
  4. Parti della barriera corallina
  5. Robot organici
  6. Tessuti per vestiti e accessori moda
  7. Calzature sportive e tacchi
  8.  Protesi e Mani robotiche
  9.  Opere d’arte antiche (riproduzione, manutenzione) e non.  (fossili, visitatori mostra…)
  10. Componenti di razzi e satelliti, basi spaziali
  11. Tessuti, protesi, Organi animali (Zampa oca, becco uccello, guscio paguro)
  12. Strumenti per didattica

 

Tutti i marchi (nomi di prodotti, di società, di cataloghi prodotti) riportati su questo sito appartengono ai legittimi proprietari sono stati utilizzati a puro scopo esplicativo ed a beneficio del possessore, nonché dell’utente finale, senza alcun fine di lucro o di violazione dei diritti di Copyright vigenti.

Tutte le informazioni ed i contenuti (testi, grafica ed immagini) riportate sono, al meglio della nostra conoscenza, di pubblico dominio; se, involontariamente, è stato pubblicato materiale soggetto a copyright o in violazione alla legge si prega di comunicarcelo e provvederemo  immediatamente a rimuoverlo.

Commenti

commenti